I CORSI ARTISTICI di pittura sono annuali e con cadenza settimanale e si intendono come percorsi di auto-formazione. Sono tenuti dal M. Stefano a Padova. Iniziano a metà settembre e terminano a fine giugno.  

 

E' richiesta una quota di iscrizione ed è possibile recuperare le lezioni perse durante l'anno partecipando agli altri corsi settimanali. Perchè il percorso sia fruttifero, i gruppi saranno di circa 7/8 partecipanti e vengono richieste la frequenza e un serio impegno che riconosca come fonte di questa ricerca l’Antroposofia o Scienza Dello Spirito di Rudolf Steiner.


I corsi di pittura sono rivolti ad adulti dai 18 anni e non vi possono partecipare o assistere ragazzi e bambini di età inferiore perché sarebbero per loro troppo intellettuali. Lo stesso vale per gli animali domestici, da assimilare ai bambini: non è indicato per la loro sicurezza e protezione che assistano alle lezioni.

 

Potete prenotare l’orario del corso più adatto alle vostre esigenze al numero 347 0388144.

 

 

Il lunedì, ogni 15 giorni, si potrà partecipare al GRUPPO DI STUDIO introduttivo all’Antroposofia dove si lavorerà al testo “ La saggezza dei Rosacroce”.

Si potrà accedere al gruppo previo colloquio personale o telefonico.
Lo studio avrà inizio dal primo lunedì di ottobre 2020.

 

 

..Seguici su Facebook

 

.....

 

GIORNI

 

MARTEDI'

MERCOLEDI'

GIOVEDI'

 

ORARI

 

18.00 - 19.30 / 21.00 - 22.30

18.00 - 19.30 / 21.00 - 22.30

18.00 - 19.30 / 21.00 - 22.30

 

 

 

 

 

l'essere del colore

La realtà del colore va ricercata nel mondo spirituale, non solamente nella manifestazione fisica dove appare come semplice superficie. Ciò significa, come prima cosa, riuscire a mettere in movimento il colore in modo da riportarlo alla vita, alla forza, alla qualità e al suono.
I colori fondamentali sono tre e portano in se mondi vastissimi che si arricchiscono ulteriormente quando dal loro incontro sorgono altri colori, i secondari. Possiamo parlare, ad esempio, della profondità del blu che ritroviamo nel cielo, nel cosmo, e poi come riflesso nell’anima, nell’interiorità umana; o della forte presenza del rosso che “ci viene incontro” che ritroviamo nei tramonti o nel mistero del sangue umano.
La conoscenza dei colori richiede un approccio artistico dove oltre all’intelletto vengano attivate anche le forze dell’ascolto, del sentire del cuore e della capacità esperienziale della volontà. L’arte si muove tra cosciente e incosciente e fa appello al nostro mondo di fantasia oggettiva e di sogno.
Per sviluppare una tale ricerca del colore vivente mi sono riferito ai tesori di conoscenza ed esperienza come Goethe (Teoria dei Colori), R. Steiner (Essenza dei Colori) e Fiorenza de Angelis (Pittrice contemporanea internazionale fiorentina). L’atteggiamento fondamentale è di spregiudicatezza e pulizia d’animo nel disporsi con umiltà a cogliere i segreti profondi dell’essere umano e della sua evoluzione che gli artisti hanno ricercato nei secoli e nei millenni.
Arte come incontro positivo e sano tra noi e i colori per far scaturire il nuovo nel mezzo; come cammino di autoeducazione che fa appello alle forze interiori dell’anima; come possibilità di esprimere mondi interiori che, quali ponti, ci ricolleghino con il mondo esterno; come capacità di sollevare la materia all’idea, all’ideale, allo spirituale.


Stefano Signorin